I Sali minerali per la tua estate

Il nostro organismo ha bisogno sempre di Sali minerali per sostenere e svolgere al meglio le sue attività fisiologiche. Sono infatti i catalizzatori di numerose reazioni biochimiche. In estate sono ancora più importanti. A causa del caldo e della sudorazione infatti, insieme ai liquidi si perdono anche i cosiddetti “microelementi”. Per questo nei mesi più caldi è importante fare il pieno di Sali attraverso un’alimentazione corretta, mangiando i cibi che ne sono più ricchi. E dove sia necessario, aiutarsi con gli integratori giusti.

E’ importante che non manchino per combattere la stanchezza (sia fisica che mentale), per evitare un abbassamento delle difese immunitarie e anche disturbi della circolazione e della digestione.

Magnesio e Potassio è la coppia anti-stanchezza. Sono i due Sali che aiutano ad aumentare l’energia, migliorando la resistenza alla fatica fisica, e prevengono e combattono lo stress.

Il Magnesio può essere considerato il regista delle funzioni vitali principali. E’ mio-rilassante e decontratturante, perciò ha di conseguenza un’azione antidolorifica: combatte e previene i crampi muscolari, gli stiramenti, le contratture, i dolori cervicali e lombari, la sciatica, … Non solo, è utile anche per preservare e rafforzare le capacità cognitive: combattendo lo stress infatti, aiuta a preservare la memoria e le funzioni cerebrali. Il Magnesio è fondamentale anche per la funzionalità cardiaca, è quindi utile in caso di alterazioni del battito. L’esposizione continua allo stress e all’inquinamento causano un continuo deficit di Magnesio. Per questo è bene integrarlo attraverso i cibi che maggiormente lo contengono (legumi, cereali integrali, frutta secca, vegetali a foglia verde, banane, …). Oltre al cibo i migliori integratori di Magnesio sono quelli la cui forma chimica è più assimilabile (cloruro, citrato, pidolato, bisglicinato, …) oppure in fiale in forma di oligoelemento.

Il Potassio può essere considerato il sale minerale amico degli sportivi e di chi suda tanto. Mantiene attivi i muscoli e per questo, quando è carente, si manifestano debolezza, crampi e spasmi muscolari e alterazioni del battito cardiaco. Un’alimentazione ricca di carboidrati raffinati, di sale e di cibi di origine animale, oltre ad acidificare i tessuti, favorisce la carenza di Potassio perché lo sequestra. Il suo abbinamento ideale è insieme al Magnesio perché insieme lavorano in sinergia e aiutano a mantenere idratato l’organismo e mettono al riparo da fastidiosi e dolorosi crampi. I cibi che ne sono più ricchi sono le albicocche, le mele, le banane, i kiwi, le pesche, i fichi, i datteri, le mandorle, …

Accanto a Magnesio e Potassio ci sono Sali minerali che hanno un’azione più specifica e più mirata verso determinati organi del corpo: per esempio il Calcio (che interviene soprattutto a livello dell’apparato scheletrico e di quello cardio-circolatorio), lo Zinco (che è un ottimo nutrimento per la pelle, le unghie e i capelli), il Manganese e il Cobalto (che nutrono i nervi).

Il Calcio è presente soprattutto nelle ossa, nei denti, nei tessuti molli e nel sangue. Sostiene la conduzione degli stimoli nervosi, la contrazione muscolare e la coagulazione. Regola la pressione sanguigna, aiuta a prevenire l’osteoporosi e combatte anche la fame nervosa. E’ presente nel latte e nei latticini, nelle verdure a foglia verde, in alcuni legumi (fagioli, piselli), in alcuni pesci (salmone, sardine), nelle mandorle, nelle Cruciferae (cavoli, …), nei semi di Chia, …

Lo Zinco ripara i capelli e le unghie deboli e alza le difese immunitarie perché aumenta la sintesi di anticorpi. In estate aiuta a combattere l’astenia che il caldo può provocare. E’ contenuto nei legumi, nell’avena, nel miglio, nell’olio di germe di grano e in tutti i semi oleosi. Sotto forma di oligoelemento è l’integratore più assimilabile.

Manganese e Cobalto è la coppia contro le depressioni e le astenie: è il mix ideale per la salute del sistema nervoso. E’ perfetto per chi si trova sotto pressione psico-fisica, per gli studenti vicino ad esami e per le persone anziane. Un’ottima fonte naturale che li contiene è l’alga Klamath, ricca anche di vitamine del gruppo B, che sostengono anch’esse il sistema nervoso. Si possono assumere anche come oligoelementi.

Altri importanti Sali minerali sono il Ferro, il Silicio, il Rame, lo Iodio, il Selenio.

Il Ferro è indispensabile per la salute del sangue e dei tessuti. La sua carenza porta debolezza, disturbi del sonno, cali di pressione, anemie. Nelle donne con ciclo abbondante, in gravidanza, negli sportivi, in chi soffre di mal assorbimento intestinale, è fondamentale integrarlo attraverso i cibi che ne sono più ricchi: carni rosse, uova, cioccolato fondente, frutta secca, crescione, albicocche, … Per assimilarlo meglio, è bene accompagnare i cibi che ne sono ricchi alla vitamina C.

Il Silicio aiuta a rinforzare il sistema immunitario e ha un’azione di stimolo sulla ricostruzione dei tessuti, in particolare quello osseo. Rende anche la pelle più elastica e compatta. La fonte più ricca di Silicio è l’Equiseto, che facilita anche il drenaggio degli acidi urici.

Il Rame aiuta a tenere vigile il sistema immunitario. E’ ideale in estate per chi soffre spesso di candida e cistite. Di Rame sono ricchi le noci, le nocciole, la soia, i semi di girasole, l’olio di germe di grano, …

Lo Iodio è un ottimo carburante metabolico. Stanchezza, ritenzione di liquidi e cellulite, stipsi, freddo alle estremità, … sono alcuni sintomi della sua carenza. Si trova nel pesce e nelle alghe, ma anche in aglio, asparagi, banane, funghi freschi, patate, …

Il Selenio è l’antiossidante per eccellenza: contrasta l’invecchiamento e la degenerazione cellulare. Elimina le tossine e i radicali liberi prodotti dall’organismo. Ne sono ricche le uova, il tonno, il merluzzo, le noci di Macadamia, …

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*