In viaggio coi nostri amici animali

Anche i nostri amici animali possono soffrire di malessere da movimento, meglio conosciuto come mal di viaggio. La Fitoterapia e la Floriterapia possono essere loro di grande aiuto sia per prevenirlo sia per combatterlo.

Che siano brevi o lunghi, i viaggi per i nostri cani, gatti e altri amici animali possono essere un vero incubo. E di conseguenza anche per chi gli vuole bene.

C’è un motivo alla base del loro disagio: il loro centro dell’equilibrio è molto sensibile e quando riceve stimoli diversi dalle situazioni a cui sono abituati, come succede quando ci si muove sui mezzi di trasporto, si manifestano la nausea e il vomito. La salivazione si intensifica, la respirazione diventa affannosa e si manifesta il vomito.

A volte basta tenere a digiuno il nostro compagno di vita prima della partenza, in altri casi al contrario gli episodi di vomito si manifestano meno se si dà loro da mangiare cibo secco poco prima di partire (croccantini, pane secco, fette biscottate, …).

A volte coprire con un telo il trasportino dell’animale può aiutarlo perché non vede gli spostamenti delle immagini e di conseguenza il suo centro dell’equilibrio non viene messo alla prova. Ma questo lo si può fare se l’animale è di piccola taglia, come nel caso di un gatto o di un cagnolino. Per i cani di taglia più grande l’ideale è munirsi di guinzagli di sicurezza da agganciare alla loro pettorina, e che si collegano all’attacco della cintura di sicurezza, per evitare troppi sballottamenti in caso di frenate e curve. In più questo sistema fa in modo che l’animale possa stare sul sedile e in molti casi questo è molto meno traumatico.

Altri accorgimenti da adottare per rendere il viaggio il più confortevole possibile può essere quello di tenere accesa l’aria condizionata per rendere fresco al punto giusto l’ambiente o comunque di tenere i finestrini aperti per avere un sufficiente ricircolo di aria.

Se comunque tutto questo non bastasse, la Fitoterapia e la Floriterapia possono essere di grande aiuto.

Anche solo spruzzare un’essenza di Lavanda nell’abitacolo del mezzo di trasporto in cui si viaggia può essere un ottimo espediente grazie alla sua azione calmante.

Se il problema è l’agitazione, la Valeriana favorisce il relax e allontana lo stress: la si può usare in forma liquida non solo da far ingerire, ma anche da stendere sul pelo. I suoi principi attivi renderanno i nostri amici meno insofferenti.

Se il problema è la nausea accompagnata da vomito, lo zenzero può dare una grossa mano grazie alla sua potente azione antiemetica e carminativa. Meglio se somministrato attraverso capsule o compresse per via del suo sapore piccante.

Grazie poi ai fiori di Bach (Rescue Remedy da abbinare magari a Elm contro la paura dello spazio angusto, Schlerantus contro la nausea e Impatiens contro l’insofferenza) e a quelli Australiani (Travel Pet: un mix di fiori australiani utili contro il mal di viaggio) i loro malesseri si attenueranno e il viaggio non sarà più un problema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*